INIZIATIVE PER ANZIANI E MISURE ANTICALDO 2017

Dal 5 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare già forniti durante l’anno alle persone anziane in carico al Servizio Sociale Professionale Territoriale, estendendoli anche ad una fascia di cittadini che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà.

Le richieste vanno inoltrate tramite il numero verde gratuito 800.777.888 che è attivo dalle 8 alle 19, dal lunedì al sabato e di domenica in caso di ondate di calore.

Gli interventi richiesti sono organizzati dagli operatori del Comune dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 17 e, in presenza di ondate di calore, fino alle 19, sabato e la domenica comprese.
Agli operatori è possibile richiedere interventi assistenziali: consegna di pasti a domicilio, assistenza domiciliare per l’igiene della persona e la pulizia della casa, telefonate e visite, aiuto domestico con accompagnamento per spesa e per visite mediche.

Gli interventi previsti dal piano del Comune si svolgono in due fasi: la prima, iniziata il 5 giugno, fino al 26 luglio; la seconda fase dal 27 luglio al 3 settembre.
I servizi sono offerti a tutti gli anziani fragili e vi si accede su base volontaria. Perciò sono fondamentali le segnalazioni di familiari, parenti, vicini di casa e conoscenti per far sì che i nostri servizi possano intervenire.

Come ogni anno invitiamo i milanesi a chiamare il numero verde 800.777.888 e ad avvisarci nel caso ci siano persone anziane non autosufficienti e sole che possono trovarsi in difficoltà.

Per chi avesse necessità di un assistente familiare anche solo per il periodo estivo è possibile rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi.
Tutte le informazioni su www.curami.net o al numero 02.40297643 – 44.

Spazi di socialità
Le iniziative per la socialità coinvolgeranno tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo Settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi, complessivamente circa un centinaio di spazi.