LAVORI DI PUBBLICA UTILITA’

Il 13 febbraio 2018 è stata firmata la

Convenzione tra il Comune di Milano e il Tribunale Ordinario di Milano

per lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità,

all’interno delle strutture comunali, come pena alternativa per chi ha ricevuto una condanna per guida in stato d’ebbrezza e per coloro che hanno commesso reati con pena inferiore ai quattro anni e possono quindi accedere all’istituto della Messa alla prova.

Con questo documento, sottoscritto per la prima volta nel 2013, rinnovato nel 2015 e oggi ulteriormente aggiornato, il Comune mette a disposizione 141 postazioni per accogliere persone che devono effettuare Lavori di Pubblica Utilità o Messa alla prova, secondo quanto previsto dall’articolo 54 del Decreto legislativo 274/2000 e dalla Legge 67/2014 che introduce l’istituto della Messa alla prova del condannato.

Il numero di postazioni messe a disposizione dall’Amministrazione è più che quintuplicato rispetto al 2013, quando erano solo 24. Grazie a una sempre maggiore opera di sensibilizzazione, è aumentato negli anni anche il numero dei settori dell’Amministrazione comunale che mettono a disposizione delle postazioni per questo tipo di misure.

I richiedenti potranno quindi essere impiegati, ad esempio, presso le RSA (Residenze Sanitarie Assistite), i centri diurni per disabili (CDD) a gestione diretta del Comune, le biblioteche, i cimiteri, l’Arena Civica, i Municipi, ma anche presso il museo Botanico o per l’attuazione del piano Anticaldo.

 

Dal 20 febbraio le iscrizioni per nidi, sezioni primavera e scuole dell’infanzia

Martedì 20 febbraio si aprono le iscrizioni ai Servizi all’infanzia del Comune di Milano e rimarranno aperte fino al 16 marzo.

Grazie al servizio Geoschool è possibile già oggi informarsi sulle strutture più vicine, per programmare le proprie visite nei giorni degli open-day: 21, 22 e 23 febbraio, dalle ore 16:30 alle 18:30.

Per poter accedere alla compilazione della domanda di iscrizioni sarà necessario avere un’utenza SPID (Sistema pubblico di identità digitale) già attiva oppure essere registrati al sito del Comune di Milano con Profilo Completo. Per farlo si deve essere in possesso del Codice Contribuente (rilevabile dalla cartella Tari) o di una carta CRS o CNS oppure del codice PIN, che può essere richiesto in qualsiasi sede dell’Anagrafe con documento di identità (rilascio immediato) oppure scaricando, compilando e inviando il modello richiesta PIN all’indirizzo pin@comune.milano.it, allegando copia della carta d’identità o del passaporto.

Tutte le informazioni sui criteri e le modalità di iscrizione saranno disponibili sul sito del Comune di Milano nella sezione “Accesso e graduatorie” dei nidi o delle scuole dell’infanzia a partire dal 9 febbraio. Il link per la presentazione della domanda sarà pubblicato sulla homepage del sito a partire dalle ore 12 del 20 febbraio (l’ordine cronologico di presentazione delle domande non costituisce in alcun modo diritto di priorità nella graduatoria).