LAVORI DI PUBBLICA UTILITA’

Il 13 febbraio 2018 è stata firmata la

Convenzione tra il Comune di Milano e il Tribunale Ordinario di Milano

per lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità,

all’interno delle strutture comunali, come pena alternativa per chi ha ricevuto una condanna per guida in stato d’ebbrezza e per coloro che hanno commesso reati con pena inferiore ai quattro anni e possono quindi accedere all’istituto della Messa alla prova.

Con questo documento, sottoscritto per la prima volta nel 2013, rinnovato nel 2015 e oggi ulteriormente aggiornato, il Comune mette a disposizione 141 postazioni per accogliere persone che devono effettuare Lavori di Pubblica Utilità o Messa alla prova, secondo quanto previsto dall’articolo 54 del Decreto legislativo 274/2000 e dalla Legge 67/2014 che introduce l’istituto della Messa alla prova del condannato.

Il numero di postazioni messe a disposizione dall’Amministrazione è più che quintuplicato rispetto al 2013, quando erano solo 24. Grazie a una sempre maggiore opera di sensibilizzazione, è aumentato negli anni anche il numero dei settori dell’Amministrazione comunale che mettono a disposizione delle postazioni per questo tipo di misure.

I richiedenti potranno quindi essere impiegati, ad esempio, presso le RSA (Residenze Sanitarie Assistite), i centri diurni per disabili (CDD) a gestione diretta del Comune, le biblioteche, i cimiteri, l’Arena Civica, i Municipi, ma anche presso il museo Botanico o per l’attuazione del piano Anticaldo.

 

Dal 20 febbraio le iscrizioni per nidi, sezioni primavera e scuole dell’infanzia

Martedì 20 febbraio si aprono le iscrizioni ai Servizi all’infanzia del Comune di Milano e rimarranno aperte fino al 16 marzo.

Grazie al servizio Geoschool è possibile già oggi informarsi sulle strutture più vicine, per programmare le proprie visite nei giorni degli open-day: 21, 22 e 23 febbraio, dalle ore 16:30 alle 18:30.

Per poter accedere alla compilazione della domanda di iscrizioni sarà necessario avere un’utenza SPID (Sistema pubblico di identità digitale) già attiva oppure essere registrati al sito del Comune di Milano con Profilo Completo. Per farlo si deve essere in possesso del Codice Contribuente (rilevabile dalla cartella Tari) o di una carta CRS o CNS oppure del codice PIN, che può essere richiesto in qualsiasi sede dell’Anagrafe con documento di identità (rilascio immediato) oppure scaricando, compilando e inviando il modello richiesta PIN all’indirizzo pin@comune.milano.it, allegando copia della carta d’identità o del passaporto.

Tutte le informazioni sui criteri e le modalità di iscrizione saranno disponibili sul sito del Comune di Milano nella sezione “Accesso e graduatorie” dei nidi o delle scuole dell’infanzia a partire dal 9 febbraio. Il link per la presentazione della domanda sarà pubblicato sulla homepage del sito a partire dalle ore 12 del 20 febbraio (l’ordine cronologico di presentazione delle domande non costituisce in alcun modo diritto di priorità nella graduatoria).

Calendario 2018 incontri informativi sull’affido

7 FEBBRAIO 2018: INCONTRO INFORMATIVO SULL’AFFIDO

Il Comune di Milano – Coordinamento Affidi – e le organizzazioni partner del privato sociale organizzano incontri di informazione e sensibilizzazione sull’Affidamento familiare.

Gli incontri si svolgono in Viale Luigi Sturzo, 49 – dalle ore 18,15 alle 20,00 – presso la sede del Coordinamento Affidi del Comune di Milano.

Il calendario degli incontri:

Mercoledì  7 Febbraio 2018
Mercoledì  7 Marzo 2018
Mercoledì  4 Aprile 2018
Mercoledì  9 Maggio 2018
Mercoledì  6 Giugno 2018

Si chiede cortesemente di confermare la propria presenza al Coordinamento Centrale Affidi:
tel. 02 88463012 / 3

Successivamente all’incontro informativo chi è interessato potrà aderire a un percorso formativo, composto da 2 incontri di gruppo.

 

Da Febbraio 2018 iscrizioni on-line per le attività del Museo di Storia Naturale

A partire da Febbraio 2018 l’iscrizione alle attività per il pubblico al Museo di Storia Naturale di Milano sarà semplificata e velocizzata, attraverso la compilazione di moduli online.
Nel calendario delle attività presenti sul sito www.assodidatticamuseale.it , sezione “Eventi”, troverete un bottone come questo: .
Cliccando su di esso verrete reindirizzati su un modulo da compilare online: sarà sufficiente questo per completare la prenotazione. Se l’iscrizione sarà andata a buon fine non saranno necessarie altre operazioni o conferme e potrete presentarvi direttamente in Museo.

Inaugurati i nuovi servizi della Rete Alzheimer del Comune di Milano

I servizi cardine della Rete Alzheimer del Comune di Milano, affidati a tre nuovi gestori e inaugurati oggi:

Linea telefonica per il decadimento cognitivo” con sede in viale Tunisia 10, affidata alla Paloma 2000 Coop. Sociale a.r.l. ONLUS,

Centro di psicologia per l’anziano e l’Alzheimer” del Municipio 5, affidato all’associazione AMA Milano ONLUS,

“Centri di incontro” dei municipi 4, 7 e 9, in affidamento alla Fondazione don Carlo Gnocchi ONLUS.

I servizi di orientamento e sostegno ai nuclei familiari che hanno al loro interno un membro affetto da questa patologia che puntano a migliorare la capacità di assistenza alle famiglie, verranno implementati attraverso l’integrazione della Rete Alzheimer con i servizi sociali, socio-sanitari (come le Residenze socio assistenziali) e sanitari (i Punti fragilità di ATS), attraverso momenti di confronto con le realtà cittadine e istituzionali (come la giornata mondiale Alzheimer o il delle Forum Politiche sociali) e tramite la realizzazione di strumenti di informazione e valutazione degli interventi da parte dei cittadini.

Aprono quattro nuovi spazi WeMi

Spazi WeMi, la rete dei servizi domiciliari del Comune

Dal 9 gennaio laboratori creativi per bambini, corsi di informatica e ginnastica dolce per anziani, incontri di sostegno per familiari di persone non autosufficienti, seminari gratuiti di Economia personale.

Negli spazi WeMi i cittadini trovano operatori specializzati che li guidano attraverso l’offerta dei servizi domiciliari per la cura e il benessere delle persone, realizzati dalle organizzazioni del Terzo Settore accreditate dall’assessorato alle Politiche Sociali. Per tutto il mese di gennaio negli spazi WeMi si svolgono tanti eventi aperti a tutti: laboratori creativi per bambini, corsi di informatica e ginnastica dolce per anziani, incontri di sostegno per familiari di persone non autosufficienti, seminari di Economia Personale e molto altro.

Un calendario di iniziative per far scoprire a milanesi che il sistema del welfare a Milano è alla portata di tutti, in tutti i quartieri.

WeMi Stelline è il nuovo spazio che inaugura nello storico Palazzo delle Stelline, in corso Magenta 63, nel centro cittadino, presso la sede della cooperativa Punto Service. Presso WeMi Stelline da martedì 9 gennaio parte un nuovo corso gratuito di Economia Personale, rivolto ai cittadini che desiderano migliorare la gestione delle risorse e pianificare il proprio futuro economico.
Sabato 13 e 27 gennaio si svolgono due incontri gratuiti dedicati al tema dell’assistenza al famigliare anziano. Mentre sabato 13 gennaio si tiene la prima lezione di prova del corso di scacchi per nonni e bambini.

WeMi Loreto è il nuovo spazio che inaugura presso la sede della Cooperativa Nuovi Orizzonti, in via Sabaudia 8. Venerdì 12 gennaio WeMi Loreto presenta “Infermiere di condominio”, un nuovo progetto socio-sanitario sperimentale, che offre un servizio innovativo e integrativo a quelli già presenti sul territorio. Inoltre, mercoledì 17 e 24 gennaio una psicologa incontra i genitori per aiutare a riconoscere e prevenire il fenomeno del bullismo.

WeMi Venini è il nuovo spazio, gestito dalla Cooperativa Comin, che inaugura presso Hug Milano, un luogo polifunzionale di condivisione e socialità, un bistrot ma non solo, nel cuore del quartiere NoLo, in via Venini 83. Uno spazio molto bello, dove aveva sede una fabbrica di cioccolato. Festa di inaugurazione: venerdì 12 gennaio, dalle ore 17. Altri appuntamenti in calendario: martedì 9 gennaio, incontro per genitori con ragazzi preadolescenti, un momento di confronto con l’obiettivo di migliorare le relazioni con i figli in questa età delicata; venerdì 12 gennaio, attività per anziani (ginnastica dolce e laboratorio creativo); 12 e 13 gennaio, laboratori di musica e di pittura per ragazzi.

WeMi Voltri è il nuovo spazio che inaugura nel quartiere Barona, in via Di Rudinì 18, presso Vivi Voltri Lab, che fa parte della rete di Milano Sei l’Altro ed è gestito dalla Cooperativa Spazio Aperto Servizi. Inaugurazione: mercoledì 10 gennaio, alle 16, con attività per bambini e ragazzi. Venerdì 12 gennaio, iniziativa dedicata alle mamme e alle donne del quartiere. Lunedì 15 gennaio, lezione gratuita di Tap Dance per bambini e ragazzi.

Molti altri eventi si svolgono negli altri spazi tre WeMi, attivi sul territorio milanese da un anno.
Da WeMi SanGottardo, presso Rab, il caffè letterario in corso San Gottardo 41, martedì 9 gennaio, alle ore 18, per i genitori si svolge l’incontro i “Sopravvivere ai litigi dei bambini – come gestire in modo costruttivo scontri e conflitti”; venerdì 12 gennaio, ore 10, evento di presentazione dei servizi domiciliari dello sportello WeMi SanGottardo; due incontri di Pet Therapy: per gli anziani mercoledì 10 gennaio, alle ore 10, e per i bambini venerdì 12 gennaio, alle ore 16.30.

WeMi Capuana, presso lo Spazio Agorà, a Quarto Oggiaro, in via Capuana 7, organizza per sabato 13 gennaio, dalle 10 alle 12, una lettura animata con laboratorio creativo per bambini da 0 a 5 anni.

WeMi Trivulzio, lo spazio WeMi, gestito dalla Cooperativa Eureka, che si trova all’interno del Pio Albergo Trivulzio, in via Trivulzio 15, organizza per lunedì 15 gennaio, alle ore 14.30, un incontro dedicato alle badanti, un momento di confronto sul lavoro di cura delle persone non autosufficienti; venerdì 12 gennaio, per tutta la giornata, ci sarà la possibilità di avere informazioni sui corsi gratuiti di Economia personale

bando per la gestione di 13 alloggi sfitti da destinare a famiglie in difficoltà

Nuovo bando di assegnazione a soggetti no profit di alloggi sfitti di proprietà comunale, nel quartiere Vigentino. Sono 13 appartamenti, tutti da ristrutturare, che si trovano tra largo Caccia Dominioni, via Ada Negri e via Ghini (Municipio 5), e che rientrano nel progetto “Risposte alle emergenze attraverso il recupero degli alloggi sfitti nei condomini misti”.

Le unità immobiliari, infatti, fanno parte di edifici originariamente di proprietà pubblica e in seguito parzialmente alienati che, oggi, vedono una proprietà mista e una gestione in amministrazione condominiale.

L’avviso pubblico è già on line sul sito del Comune di Milano e rimarrà aperto fino al 28 febbraio 2018. Possono partecipare soggetti giuridici che operano nel privato sociale e altri operatori del settore accreditati, disponibili a sperimentare nuovi modelli gestionali del patrimonio residenziale, che prevedano sia il preliminare intervento di riqualificazione e manutenzione straordinaria, sia la successiva gestione, con attenzione anche alle attività di accompagnamento sociale dei nuclei assegnatari.

Il soggetto vincitore del bando, infatti, avrà gli alloggi in concessione d’uso per un massimo di venti anni e, una volta ristrutturati, dovrà destinarli a nuclei familiari in condizione di disagio abitativo, in via prioritaria se gravata da procedure di sfratto esecutivo, in corso o appena effettuato. Cittadini che non hanno i requisiti per accedere alle graduatorie ERP ma che, nello stesso tempo, non riescono ad accostarsi nemmeno al mercato privato, troppo oneroso.

Le superfici utili degli appartamenti misurano da un minimo di 40 mq circa ad un massimo di 95 mq, e il canone di locazione non potrà essere superiore a 65 euro/mq annui, 20 dei quali dovranno essere corrisposti al Comune. Una quota di alloggi, il 10% del totale, sarà riservato a nuclei familiari in stato di necessità assoluta.

Si tratta del quinto bando di questo tipo, dopo quelli che hanno interessato le zone Niguarda, Giambellino/Lorenteggio, Turro/Precotto e Mecenate: 130 alloggi in tutto già concessi in diversi quartieri della città di cui la metà circa già assegnati alle famiglie, mentre per gli altri sono stati avviati i lavori di recupero.

SPORTELLO FAMIGLIA. APRE NEL MUNICIPIO 8 IL PRIMO PUNTO DI CONSULENZA DELLA CITTA’

Al via la sperimentazione prevista dall’accordo di collaborazione sottoscritto a giugno tra Comune e Inps

Apre giovedì 21 dicembre, presso il Centro di Aggregazione Multifunzionale del Municipio 8, in via Lessona 20, il primo “Sportello Famiglia” di Milano. Punto di consulenza per l’erogazione di servizi alla famiglia e a sostegno del reddito, questo “desk pilota” darà il via all’attivazione di ulteriori centri presso tutti i Municipi o altri spazi comunali destinati al contatto con i cittadini.

Prende così forma l’impegno previsto dall’accordo di collaborazione sottoscritto lo scorso mese di giugno dal Sindaco di Milano Giuseppe Sala e dal Presidente dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (Inps) Tito Boeri, finalizzato all’attuazione di iniziative congiunte di promozione, progettazione e gestione di servizi all’utenza, nell’ambito di progetti di innovazione e semplificazione compresi nel programma di mandato 2016-2021.

A partire dal 21 dicembre, presso lo sportello sperimentale di via Lessona 20, i cittadini di Milano potranno avvalersi sia del supporto del personale del Comune sia di quello dell’Inps per ottenere informazioni e risposte alle proprie necessità. L’accordo, infatti, prevede una gestione integrata delle richieste da parte dei due enti, allo scopo di garantire un punto di riferimento certo, in grado di favorire la tempestività e l’efficacia dei servizi resi.

Sarà possibile rivolgersi al primo “Sportello Famiglia”, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 12.30, per richiedere i seguenti servizi:

  • Rilascio di informazioni sul pagamento delle prestazioni previdenziali e assistenziali;
  • Stampa della certificazione unica;
  • Stampa dell’estratto conto contributivo;
  • Rilascio PIN (codice che consente a cittadini, enti, aziende e intermediari di accedere ai servizi telematizzati Inps);
  • Assegno al Nucleo Familiare;
  • Assegno familiare dei Comuni;
  • Bonus bebè;
  • Assegno maternità;
  • Reddito di Inclusione (REI);
  • Informazioni su misure di sostegno al reddito comunale.

 

#ALCINEMASENZAPAGARE

AL CINEMA SENZA PAGARE

Per tutto il 2018, i ragazzi tra i 16 e i 19 anni compiuti entrano gratuitamente a tutte le proiezioni organizzate presso Cinema Spazio Oberdan e MIC – Museo Interattivo del Cinema.

PER IL PRIMO ANNO FONDAZIONE CINETECA ITALIANA REGALA A TUTTI I RAGAZZI TRA I 16 E I 19 ANNI UN ANNO DI CINEMA  #ALCINEMASENZAPAGARE
Il 1 gennaio 2018 partirà l’iniziativa che Fondazione Cineteca Italiana ha pensato per i ragazzi tra i 16 e i 19 anni compiuti. Per loro, infatti, l’ingresso a tutte le proiezioni in programma presso Spazio Oberdan e MIC – Museo Interattivo del Cinema sarà gratuito per tutto il 2018.   La sfida che la Cineteca di Milano desidera affrontare è quella di non far “consumare” ma “conoscere” il cinema, offrendo la possibilità di creare un momento sociale costruttivo, un modo semplice per “vedere cose da grandi” e scoprire dunque un cinema che non è quello dei soli blockbusters, ma film di qualità che li inducano quindi a riflettere senza stereotipi sulla vita e sulle proprie scelte.

Infatti l’educazione all’immagine è un ambito sempre più cruciale, perché entra direttamente in gioco nella costruzione dell’identità e della dimensione sociale dei giovani, nella costruzione del proprio rapporto con gli altri e con la società in cui vivono. Il progetto di Cineteca vuole dunque agevolare l’avvicinamento alla settima arte, al fine di permettere ai ragazzi di conoscerne il linguaggio, le potenzialità espressive, rendendo l’analisi del film una pratica affine alla lettura di qualsiasi altro testo. Il progetto mira altresì a sviluppare la creatività ed il senso critico dei giovani, mettendoli di fronte al linguaggio dei mezzi di comunicazione di massa per renderli capaci di decodificarlo. “La Cineteca guarda infatti con fiducia e curiosità al futuro del cinema grazie agli occhi giovani dei bambini e ragazzi che incontriamo in tutte le nostre attività durante l’anno, dei giovani studenti che ci affiancano nel lavoro ogni giorno come volontari o stagisti, dei ragazzi dei Campus estivi con cui trascorriamo settimane di energia allo stato puro: questi sguardi nuovi e freschi, appassionati e stralunati, talvolta solo apparentemente strabici, ci dicono con chiarezza che il cinema, al di là di tutte le più pessimistiche visioni, è sempre vivo e lotta con e per noi.” Silvia Pareti, Responsabile Progetti Speciali per Fondazione Cineteca Italiana

COME ACCEDERE GRATUITAMENTE Esibendo un documento d’identità valido presso le sale cinematografiche di Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto, 2 Milano MM1 Porta Venezia) e MIC – Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi 121, Milano MM5 Bicocca), i ragazzi tra i 16 e i 19 anni potranno accedere liberamente, fino a esaurimento posti disponibili, a qualsiasi proiezione organizzata dalla Cineteca di Milano.

INFO WWW.CINETECAMILANO.IT T 02.87242114

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA Viale Fulvio Testi 121, 20162, Milano MM5

Bicocca CINEMA SPAZIO OBERDAN Piazza Oberdan angolo Viale Vittorio Veneto, 20124, Milano MM1 Porta Venezia

 

PROGETTO “COMUNICAMI 2.0” AVVISO PUBBLICO

è pubblicato sul sito del Comune di Milano l’AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALLA INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE PER LA SUCCESSIVA CO-PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL PROGETTO “COMUNICAMI 2.0” DEL COMUNE DI MILANO, PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELLE INIZIATIVE RELATIVE ALLA PROSECUZIONE DEL VI° PIANO INFANZIA E ADOLESCENZA PREVALENTEMENTE ATTRAVERSO IL SITO WEB “MILANOFAMIGLIE”

termine di consegna della domanda di partecipazione  il 28/12/2017

Il progetto “ComunicaMi 2.0” ha la finalità di far conoscere il sistema di attività e di azioni che il Comune realizza per le famiglie, per le bambine e i bambini, per le ragazze ed i ragazzi attraverso il VI° Piano infanzia, progettato grazie alla disponibilità dei fondi della Legge 285.

Si intende pertanto avviare la co-progettazione per identificare un partner competente a promuovere la diffusione e la conoscenza delle iniziative del VI° Piano Infanzia e Adolescenza e quindi a realizzare un’attività di comunicazione e informazione relativa ai servizi per minori e per le famiglie di Milano attraverso:
· l’uso e l’implementazione del sito web www.milanofamiglie.it nonché delle altre forme tipiche della comunicazione 2.0 e dei principali social network;
· l’uso di testi stampati (manifesti, cataloghi, poster, volantini, locandine, brochure, ecc..) e loro diffusione;
· l’organizzazione di eventi nelle periferie con il coinvolgimento dei ragazzi dei quartieri:
· l’organizzazione di un evento entro giugno 2018 nelle forme concordate con l’Assessorato alle Politiche Sociali che ponga particolare attenzione al tema del valore delle azioni antidiscriminatorie e della promozione della cultura dei diritti di cittadinanza
· lo sviluppo e la diffusione di una cultura per il riconoscimento della famiglia come istituzione sociale;
· la diffusione di buone prassi e di informazioni agli utenti per indirizzarli ai servizi competenti a seconda dei loro bisogni

Il sito web quale strumento primario di comunicazione/informazione rappresenta una risorsa strategica da sviluppare. Esso dovrà facilitare la comunicazione, il flusso di informazioni, l’ascolto e lo scambio con i cittadini e parallelamente dovrà dialogare con le associazioni come punto di snodo informativo e di servizio per tutti gli stakeholder del mondo dell’infanzia, dell’adolescenza e quindi anche della famiglia.

Sono invitati a manifestare la loro disponibilità alla co-progettazione tutti i soggetti del Terzo settore, secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 5, della L.328/2000 e dall’art 2 del DPCM 30 marzo 2001, che, in forma singola o di raggruppamento temporaneo, siano interessati ad operare nell’ambito di cui al precedente articolo del presente avviso