BUONO ASSISTENZA FAMILIARE – BAF

Il Buono Assistenza Familiare (BAF) è un intervento economico una tantum di € 1.500,00  finalizzato ad un supporto nel pagamento di un assistente personale (badante o baby sitter), assunto secondo la normativa vigente.

Possono fare richiesta:

  • persone anziane fragili di età pari o superiore a 60 anni, che non siano ricoverate in via definitiva in strutture residenziali;
  • famiglie con figli minori fino a 8 anni;
  • residenti nel Comune di Milano, ivi compresi persone straniere regolarmente soggiornanti;
  • persone con attestazione ISEE in corso di validità non superiore ad € 16.954,69;
  • persone non titolari di altri contributi erogati dal Comune di Milano per la stessa finalità.

La richiesta deve essere presentata presso lo Sportello CuraMi:

  • Via Trivulzio 15
  • Via Bezzi 10 (ingresso con parcheggio per autoveicoli)

Tel 02 40297643 02 40297644 Fax 02 40297646
Orari di apertura del servizio:  lunedì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 11.30, il mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 (Si consiglia di fissare un appuntamento)

Per la presentazione della domanda è necessario essere in possesso di:

  • regolare contratto di assunzione stipulato dal 01/01/2017 in poi, secondo la vigente normativa (per non meno di 15 ore settimanali);
  • ISEE in corso di validità;
  • giustificativi della regolarità del rapporto di lavoro e dell’effettivo pagamento della retribuzione all’assistente familiare (MAV contributi Inps).

Le informazioni sono scaricabili anche dal sito del Comune di Milano   www.comune.milano.it  e da  www.wemi.milano.it e

APERTO IL BANDO PER I PROGETTI DEL SERVIZIO CIVILE

Si è aperto il bando per la selezione dei volontari di età compresa tra i 18 e i 29 anni da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale.

90 POSTI: 22 opportunità nell’assistenza agli anziani e ai soggetti deboli della città, 30 nel settore educazione per partecipare a progetti quali l’integrazione culturale tra i minori, 36 destinate a incrementare il personale a disposizione del patrimonio artistico e culturale della città mentre 2 posizioni andranno a incrementare l’organico della Protezione civile.

La domanda di partecipazione deve pervenire al Comune di Milano entro e non oltre le ore 14 di lunedì  26 giugno 2017. Tre le modalità di presentazione: mediante posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo protocollo@postacert.comune.milano.it , tramite raccomandata A/R da inviare a Comune di Milano – Area Acquisizione Risorse Umane – Via Bergognone, 30 – 20144 Milano (MI) oppure  consegna a mano presso il Protocollo della Direzione Organizzazione e Risorse Umane – Via Bergognone, 30 – 1° piano (MM2 -Porta Genova), dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 12:15 e dalle 14:30 alle 16:15.

Tutta la documentazione necessaria alla presentazione delle domande è scaricabile direttamente nella sezione “Partecipa” del sito www.comune.milano.it

 

Il Comune utilizzerà il 5 per mille per interventi contro la povertà e progetti area disabilità

I cittadini potranno donare, attraverso la destinazione di una quota dell’Irpef (il 5 per mille appunto) per realizzare ancora più interventi in favore delle persone più fragili seguite ogni giorno dai propri servizi.

L’Amministrazione comunale, in particolare, ha deciso di destinare il ricavato ad interventi in favore di chi si trova in situazioni di disagio economico e a progetti dell’area disabilità finalizzati al miglioramento della loro qualità della vita, in osservanza della Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità su vita autonoma e inclusione, recepita dal Comune di Milano.

Il 5 per mille non è una tassa aggiuntiva ma una parte dell’Irpef che invece di essere incassata direttamente dallo Stato sarà assegnata al Comune di residenza del contribuente e finalizzata ad attività sociali. L’invito a tutte le cittadine e i cittadini residenti a Milano è ad apporre una firma nello spazio dedicato, aiutando il Comune o altre realtà impegnate sul territorio ad accrescere la propria presenza e assistenza verso chi ha più bisogno.

 

Sono on line le GRADUATORIE PER NIDI E SCUOLE INFANZIA per l’anno 2017-2018

Sono state pubblicate sul sito del Comune di Milano le graduatorie relative alle iscrizioni a nidi, sezioni primavera e scuole dell’infanzia per l’anno educativo 2017/18. Sono oltre 12mila i bambini che hanno già trovato posto nelle strutture richieste dai genitori: 5.510 negli asili nido (3.434 in quelli gestiti direttamente dall’Amministrazione, 1.149 in quelli convenzionati, 927 nei privati accreditati) e 6.566 nelle scuole dell’infanzia. Il sistema educativo milanese, che nel suo complesso offre circa 33mila posti nella fascia 0-6 anni diffusi su tutto il territorio cittadino, si conferma sempre più ampio e in grado di rispondere alle esigenze delle famiglie.

Le famiglie dei bambini assegnatari di posto riceveranno una mail con le prime indicazioni sulle modalità per la formalizzazione dell’accettazione/rinuncia del posto assegnato, che deve avvenire entro martedì 6 giugno. In questo modo sarà possibile procedere con il primo aggiornamento delle graduatorie, che sarà pubblicato verso fine giugno e che consentirà di registrare una prima riduzione delle liste d’attesa.

GRUPPO CHITARRISTI UNITRE IN CONCERTO

L’UNITRE – UNIVERSITA’ DELLE TRE ETA’

MILANO

HA IL PIACERE DI INVITARE CORSISTI ED AMICI

ALLO SPETTACOLO  MUSICALE

IL GIORNO 29 MAGGIO 2017

PRESSO UNITRE TEATRO – VIA DANIELE CRESPI,9 MILANO

ALLE  H. 15,30

per visualizzare la locandina cliccare sul link qui sotto:   http://www.unitremilano.com/images/PDF/hhh.pdf

ingresso libero

CUORE DI ZUPPA Educazione alimentare dopo Expo

Con la conclusione dell’anno scolastico, compie un anno di vita “Cuore di zuppa”, progetto di “Educazione alla salute, anche alimentare” promosso e co-finanziato con i fondi della legge 285/97, nell’ambito del VI Piano Infanzia e Adolescenza del Comune di Milano che ha l’obiettivo di “Diffondere consapevolezza, conoscenza di contenuti e promozione di equilibrati stili di vita e corrette abitudini alimentari in età pediatrica”.

“Cuore di zuppa” ha raggiunto nel suo percorso oltre 6mila persone tra bambini, ragazzi, famiglie, docenti, educatori, operatori sociali, di cui 2.500 minori tra i 3 e i 16 anni. La campagna di sensibilizzazione promuove una modalità integrata di “agire” l’educazione alla salute e alla sana alimentazione, coinvolgendo i bambini, i ragazzi e la comunità educativa in un percorso di esperienze e buone pratiche per imparare a stare bene con se stessi e con gli altri.

Non solo le regole della nutrizione e la conoscenza della piramide alimentare transculturale con workshop per gruppi scolastici organizzati da Cuore e Parole, ma anche la pratica sportiva, grazie ai campi estivi offerti a soggetti in situazione di fragilità sociale da Società Canottieri Milano, cui si aggiunge l’integrazione con i laboratori interculturali per scuole e famiglie realizzati da Farsi Prossimo per vivere il cibo anche come canale di coesione sociale e di solidarietà. Ed ancora: attraverso la chat psicologica, curata dalla onlus liberaMente tutti i pomeriggi feriali, si sono attivate specifiche prese in carico dei minori presso la Casa Pediatrica dell’Azienda SocioSanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco, i bandi creativi per le scuole, la distribuzione di materiale formativo e laboratoriale per le famiglie ed il sito web www.cuoredizuppa.it, curato da Fondazione Politecnico Milano, hanno raggiunto anche i soggetti non direttamente coinvolti nei lavori.

A mettere in campo il Progetto che ha interessato otto municipi del Comune di Milano è stata una cordata formata dalla capofila Associazione Cuore e Parole Onlus e dai partner Fondazione Politecnico di Milano, Società Canottieri Milano, Cooperativa Sociale Farsi Prossimo e Associazione liberaMente Onlus con il supporto dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia – area territoriale Milano e dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Fatebenefratelli Sacco – Casa Pediatrica.

Cuore di zuppa prosegue per tutto il 2017 il suo cammino su www.cuoredizuppa.it con la chat psicologica, i campi sportivi estivi e da settembre con nuove esperienze rivolte ai gruppi scolastici.

Per informazioni su attività e modalità di iscrizione, contattare il numero 02 45477571.

SIA – Sostegno per l’Inclusione Attiva

Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 29 aprile è entrato in vigore il decreto del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto col Ministro dell’Economia e delle finanze, del 16 marzo 2017 che allarga la platea dei beneficiari del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), in vista della definitiva attuazione del Reddito di inclusione, atteso nei prossimi mesi.

Il principale elemento di novità introdotto dal Decreto in oggetto è l’abbassamento della soglia di accesso relativa alla valutazione multidimensionale del bisogno, un punteggio che viene attribuito sulla base dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa.

Con l’entrata in vigore del Decreto 16 marzo 2017 basteranno 25 punti per accedere al SIA, invece dei 45 punti richiesti in precedenza.

Nell’ampliamento saranno inclusi anche coloro che hanno già presentato domanda per il SIA, rimanendone esclusi per il mancato raggiungimento dei 45 punti necessari. L’INPS, come specificato nella circolare n. 86 del 12/05/2017, provvederà a rielaborare d’ufficio, con verifica dei requisiti al 30 aprile 2017 in base ai nuovi criteri, tutte le domande presentate entro il 29 aprile 2017, che siano state rigettate esclusivamente per effetto dell’applicazione di uno dei criteri modificati dal decreto 16 marzo 2017.

In virtù del nuovo decreto, inoltre, le famiglie composte esclusivamente da un genitore solo e da figli minorenni avranno diritto a un incremento del beneficio di ulteriori 80 euro, che si applicherà anche agli attuali beneficiari del SIA. Altre modifiche riguardano le famiglie con persone disabili e non autosufficienti, come definite ai fini ISEE. Per quest’ultime, in particolare, la soglia di eventuali altri trattamenti economici percepiti compatibile con il SIA si innalza da 600 a 900 euro mensili, permettendo quindi l’accesso a un maggior numero di nuclei familiari.

I nuovi moduli per la domanda di accesso al SIA sono disponibili sul sito dell’INPS e del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

 

 

Progetto TicosKa

In Casa dei Diritti

giovedì 25 maggio 2017

dalle ore 18.00 alle 20.

Presentazione del Progetto TicosKa per la realizzazione e promozione di strategie e strumenti per la gestione di conflitti sociali, in un’ottica di cooperazione, mettendo in atto azioni e metodologie utili alla costruzione di una comunità più coesa e inclusiva. Il progetto è articolato in nove lotti relativi a nove aree territoriali cittadine e un lotto dedicato a specifiche attività di monitoraggio comunicazione e valutazione.

Inaugurazione mostra AL FEMMINILE

Prima esposizione in Italia dell’artista Juan Padilla, dedicata alla donna ed al mondo che la circonda, a cura dell’associazione di promozione sociale El Punto a Parte, con la presenza dell’artista Juan Padilla e la presidente dell’Associazione di Promozione Sociale El Punto Aparte.

Mercoledì 24 maggio alla Biblioteca Valvassori Peroni le iniziative sul tema dell’ADOZIONE

Mercoledì 24 maggio 2017

 

la biblioteca Valvassori Peroni

(via Carlo Valvassori Peroni 56 Milano – zona Lambrate – Città Studi)

 nella 

SEZIONE RAGAZZI

 

ospita un’iniziativa sul tema dell’ADOZIONE, con 2 momenti dedicati ai bambini e agli adulti 

 

Non è facile parlare di adozione ai propri figli o ai propri alunni, ancor più difficile farlo partendo dalla storia vera e quando ad ascoltarci è proprio un bambino adottato. Ma con una fiaba si può fare, narrando eventi felici o terribili e rivivendo emozioni che ci appartengono.

Il libro “LE FIABE PER…PARLARE DI ADOZIONE. Un aiuto per grandi e piccini” di Anna Genni Miliotti vuole essere un utile strumento per genitori ed educatori, nel primo caso per costruire la fiaba più adatta al proprio bambino, nel secondo per far comprendere meglio ai propri alunni cosa è l’adozione.

 

Per i bambini

mercoledì 24 maggio 2017 alle ore 17 l

a biblioteca Valvassori Peroni organizza un laboratorio di disegno dedicato alle alunne/agli alunni della scuola primaria, preceduto dalla lettura della fiaba “Un pulcino speciale”. Nell’occasione la biblioteca ospiterà una piccola mostra di disegni di bambini sul tema dell’adozione.

 

Per gli adulti mercoledì 24 maggio 2017 alle ore 18 parleremo del libro LE FIABE PER…PARLARE DI ADOZIONE (ed. Franco Angeli) con l’autrice Anna Genni Miliotti, docente, formatrice presso centri adozione, ASL e regioni, responsabile di Officina Adozione, autrice di numerosi libri per ragazzi e sull’adozione tra cui: …E Nikolaj va a scuola (2005); Ci vuole un paese (2011); Ho deciso di tornare (2013); Adolescenti e adottati (2014). Durante l’incontro leggeremo alcune fiabe tratte dal libro.

 

Le letture saranno curate da attrici volontarie e dalle lettrici volontarie del Patto di Milano per la lettura

 

 

L’ingresso è LIBERO e GRATUITO. Vi aspettiamo numerosi, bambine, bambini, mamme, papà, nonne, nonni, sorelle, fratelli, insegnanti, genitori che hanno adottato, coppie che stanno adottando…